La ragazza che correva III

Come temevo, tutte le mattine, con indosso la sua tuta rossa, faceva il suo abitudinario percorso, versando quelle lacrime...che non saprei dire se fosse amare o dolci... so soltanto che mi si stringeva il cuore a guardarla... sola struggersi per i mali che affliggevano la sua esistenza così una mattina la bloccai.
- Ti prego fermati - le invocai
- Ti prego, smettila di piangere - aggiunsi e lei sbigottita cercava inutilmenti di sfiggire al mio sguardo.

Free Joomla! template by L.THEME

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy Policy o accedi alla sezione