Il dado è tratto

Fin da quando ho memoria (e al contrario del solito è molto tempo fa) ho sempre considerato i concorsi letterari qualcosa da cui stare alla larga, perché non si riesce a distinguere quelli "buoni" da quelli "cattivi" (nel senso da quelli reali a quelli che ti vogliono solo rifilare soldi... oppure alcuni ti danno troppe limitazioni) ma ultimamente quelli di rtl si erano messi in testa e così ci sono ricascata!

Già ho deciso di mandare un manoscritto al concorso ma l'ho fatto abbastanza incoscientemente. Non avevo tempo di lavorarci su e ho preso una vecchia storia e l'ho mandata così come stava, senza correzioni e senza ripensamenti... se solo mi fossi soffermata probabilmente non l'avrei piu' mandata. Il concorso  scadeva il 21 Marzo ma già si sa che i partecipanti sono stati tantissimi e adesso non ci aspetta altro che aspettare il risultati. I primi dieci verranno annunciati il 21 aprile, questi dieci elaborati verranno poi mandati alla giuria popolare per la scelta del vincitore... Non so se essere in ansia o cosa, se mi metto in ansia vuol che che spero di vincere ma so che non sarà possibile. Conosco i miei difetti. Sicuramente ci saranno errori ortografici e grammaticali! Per non parlare inesattezze di trama e somiglianze! (si la storia era un'esperimento basato sul libro di Nicholas Sparks "I passi dell'amore" quindi per i piu' permalosi potrà sembrare una scopiazzatura,eppure ehi tutti si lamentano di Fabio Volo eppure lui vende quindi).
Mancano praticamente 16 giorni ai risultati... penso che non sopravivverò fino a quel giorno! (tra l'altro c'è di mezzo il compleanno di mia figlia e anche se non lo sto dando a vedere è il solito scoglio insormontabile per la mia famiglia). 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy Policy o accedi alla sezione